Recuperi

Blog di Andreas Formiconi

Chi è rimasto indietro in #ltis13 può recuperare in #loptis

Con la fine della scuola iniziano a fare capolino “quelli che ora recupero”. Benissimo, il laboratorio #loptis serve anche a questo.

Può essere un buon incipit quello di Fabrizio, dove chiede esplicitamente se c’è qualcuno che vuole procedere in compagnia, ed in altri successivi, per esempio quello dove condivide delle idee interessanti sulla mappa dei partecipanti. Provvedo a informare coloro che mi hanno scritto per email.

Nel frattempo qui si va avanti con un costante e poco appariscente lavoro di ristrutturazione, anche se un po’ rallentato da beghe ordinarie di lavoro.

Si va ristrutturando la barra a destra. È apparsa una pagina di iscrizione che riguarderà i nuovi arrivi, previsti in settembre-ottobre – ne riparleremo. La procedura di iscrizione è comunque già funzionante e può accogliere nuovi esporatori solitari. Tuttavia riguarda coloro che sono stati iscritti nel cMOOC #ltis13, che…

View original post 73 more words

Posted in Uncategorized | Leave a comment

fare il post di un link

vorrei  inserire un link <a href=”http://emilioparrilla.blogspot.it/ “>sete di infinito</a>.

Posted in Uncategorized | 2 Comments

quali sono i miei interessi riguardo al Mooc

La scuola è finita da poco ma devo aggiornarmi su praticamente una congerie molto complessa di informazioni .Rifletto sul fatto che le tecnologie sono state spesso usate per mantenere un buon livello di clima relazionale in classe perchè i miei alunni di prima sono stati molto aiutati dai vari giochi didattici che ho reperito in rete.Comunque quello che mi piacerebbe adesso sarebbe passare da un livello puramente passivo e quasi ludico di uso delle tecnologie a scuola a un uso più didatticamente consapevole .Ho visto in rete un buon numero di maestri e professori ! la mia difficoltà è legata al fatto di progettare per il prossimo anno un programma che possa essere efficace per le difficoltà di apprendimento di qualcuno dei miei alunni oltre a essere interessante per il contesto in cui opero .Altra cosa che mi affascina sono le potenzialità offerte dalle nuove tecnologie per l’apprendimento della lingua inglese che però non insegno direttamente . 

Posted in Uncategorized | 1 Comment

Che cos’è che non va?

prof sto realmente annaspando cerco di capire come vanno le cose ma mi ci vuole tempo visto e considerato che tengo pure d’occhio le assegnazioni provvisorie e altre cose in famiglia vorrei trovare con il tempo qualche abitante del villaggio con cui discutere sul reperimento dei contenuti giusti a cui applicare con il tempo anche la mia azione

Blog di Andreas Formiconi

Questo Tweet mi catapulta in un articolo apparso sull’Harvard Magazine che me ne ricorda un altro che avevo letto qualche anno fa; il collegamento è interessante. L’articolo è lungo da tradurre, sintetizzo.

Un professore di fisica di Harward (Eric Mazur) un bel giorno scopre che la sua fama di insegnante è un’illusione, un castello di carte. L’evento scatenante è la lettura di un articolo pubblicato da un altro professore (David Hestenes) sull’American Journal of Physics. L’articolo riporta i risultati di un test proposto a migliaia di studenti per verificare le loro conoscenze di base di fisica dopo avere seguito i corsi introduttivi. Il test è particolare perché le domande sono formulate con il linguaggio di tutti…

View original post 454 more words

Posted in Uncategorized | Leave a comment

buonanotte

stasera sono veramente stanca .Mi appasssiona leggere ma troppe cose devo ancora imparare . Ancora non percepisco la presenza di persone a parte il prof andreas e il suo blog e non ho fatto il diario personale che lui aveva raccomandato .Mi sento come una scolara impreparata ,

Posted in Uncategorized | 1 Comment

sono molto stanca rimando a domani la mia

sono molto stanca rimando a domani la mia preparazione per il #linf13

Aside | Posted on by | Leave a comment

sono contenta di poter scrivere un commento su quanto sto vedendo da diversi giorni .Sono una maestra elementare molto interessata a sviluppi nuovi nella didattica.Sono finora stata molto sfortunata con gli strumenti tecnologici perchè bisogna essere parecchio esperti e spero di poter maturare un punto di vista innovativo nel mio modo di fare scuola che coinvolga i bambini ,A differenza delle mie colleghe vorrei trovare un punto di incontro tra cio che gli alunni vogliono imparare e le tappe imprescindibili dello sviluppo che ci mappa il ministero

Posted in Uncategorized | Leave a comment